29 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > Dal Campo

NON BASTA LA DOPPIETTA DI RIGHI AD EVITARE LA SCONFITTA: RAINBOW GRANAROLO-SIEPELUNGA BELLARIA 4-3

Formazione Siepelunga Bellaria:
Colli, Magro, Gavioli, Parmeggiani (81' Poggi), Degli esposti, Zacchi; Molinari, Luise (46' Fazzini), Canessi (81' Ciabattoni), Righi (CAP), Guidotti.
Reti: 2' Chiappin (R), 21 Mineo rig. (R), 33' Canessi rig. (S), 35' Chiappin (R), 39' Schingo (R), 40' Righi S), 58' Righi (S)
Ammoniti: sette giocatori del Rainbow


Brutta sconfitta quella rimediata oggi dal Siepelunga Bellaria sul campetto di Lovoleto (un altro terreno non all'altezza della categoria a meno che non si consideri la seconda categoria alla pari di un torneo parrocchiale). Una brutta sconfitta che, tuttavia, grazie ai due successi precedenti ed ai risultati di oggi, non inficia del tutto le ambizioni di play off, a patto, però, che non si riprenda il trend di discontinuità del girone di andata. Occorre archiviare in fretta la brutta prestazione odierna cercando di leccarsi le ferite e recuperare alcuni uomini chiave.
Le cause della sconfitta sono molteplici.
1. Innanzi tutto la modesta prova complessiva offerta dai ragazzi di Biagi, il cui scarso filtro a centrocampo ha messo i difensori in forte difficoltà, costretti a 'corpo a corpo' e recuperi affannosi che hanno fatto perdere loro quasi tutti i duelli diretti. Giocando più avanzato capitan Righi (che, peraltro, con la sua doppietta aveva rimesso in partita la sua squadra, rimediando le attenzioni di qualche difensore avversario più energumeno che atleta) ed assente Bacchi i palloni alti hanno sorvolato la mediana finendo ai veloci attaccanti avversari che, beffando in velocità il direttore di gara, hanno approfittato per maramaldeggiare nella metà campo bolognese, almeno nel primo tempo.
2.L'arbitro non ha avuto vita facile e, messo in difficoltà dal terreno di gioco stretto e corto nonchè dal vento che nel primo tempo ha soffiato fortissimo, non sempre è stato felice nel valutare correttamente la posizione dei giocatori.
3. La sfortuna, sotto forma di vento, ci ha messo del suo: il quarto gol su punizione dei padroni di casa da tre quarti di campo non è stata solo bravura di Schingo ma anche conseguenza di una folata di vento che ha cambiato la traiettoria del pallone ed ha beffato persino un portiere esperto come Colli.
4. L'incompletezza dell'organico del Siepelunga, oggi ridotto ai minimi termini, lamentando assenze importanti come Bacchi (per quest'anno purtroppo non più a disposizioni per impegni di lavoro), Randi, Fazzini (non schierato in partenza per guai fisici), Tamburro, Caruso, Margiotta, Listorto, Cremonini, Clissa e chi più ne ha più ne metta. Ciò ha impedito a Biagi di poter disporre al meglio dei suoi.
5. Per concludere l'atteggiamento dei padroni di casa, che, appena riaperto, al 58', il match da parte degli ospiti, hanno cercato di contenere la rimonta avversaria spezzettando il gioco talvolta con disimpegni approssimativi oppure con un rudi interventi in parte sanzionati dal direttore di gara con una messe di cartellini.
Premesso ciò, passiamo alla cronaca, meglio, alle segnature.
Passano due minuti: un pallone passato tra una selva di gambe raggiunge Chiappin che, in perfetta solitudine, al di là di tutti, di piatto scaraventa in rete. Reagiscono gli ospiti che, tuttavia, soffrono le folate (nel vero senso della parola) degli attaccanti avversari i quali, al 21', raddoppiano. Mazzoni si incunea in area e due difensori lo ostacolano. Rigore non proprio lampante che Mineo si incarica di trasformare. Al 28' salvataggio sulla linea di Naldi che respinge una rovesciata di Magro. Al 32' Canessi cade in area avversaria. Rigore anche in questo caso parso non ineccepibile. Accorcia lo stesso Canessi. Al 37' un lancio dalle retrovie prende slancio col vento e Chiappin è lesto ad impossessarsi del pallone ed involarsi verso l'area avversaria per trafiggere Colli. Al 39' la già descritta punizione di Schingo/Vento. Immediato capovolgimento di fronte e gol di Righi. Il primo tempo finisce per 4-2 a favore della squadra di Granarolo.
Ripresa. Gli ospiti partono più determinati ma la prima occasione, al 4', è del Rainbow e Colli, questa volta, si supera. Al 13' punizione dalla sinistra della metà campo dei padroni di casa, stacca imperiosamente Righi che insacca di testa e riporta sotto il Siepelunga. Da questo momento in avanti i padroni di casa rinunciano quasi a giocare spezzettando il gioco o spazzando la palla alla 'viva il parroco'. Ne fa le spese Righi che viene 'francobollato ad uomo' da un robusto difensore subentrato allo scopo di contenere l'attaccante ospite con le buone o con le cattive. Il capitano finisce la partita, stringendo i denti, incerottato e claudicante.
Partita ricca di gol come quelle sfide influenzate da fattori esogeni come il vento ed il terreno di gioco.
Al Siepelunga, con l'organico ridotto all'osso, non è riuscita la rimonta. E' lo scotto che paga una squadra 'fatta in casa' e con la panchina corta: per fortuna l'abnegazione di alcuni 'canterani' riesce a limitare i danni ma per rinfocolare le ambizioni ci vuole altro. In primis sperare di recuperare qualche infortunato poi riorganizzarsi e recuperare quell'entusiasmo che ha permesso ai ragazzi di Biagi, anche di recente, di vincere sfide impossibili.




Visite
totale visite
193933

sei il visitatore numero
70290

utenti online
4

Sponsor
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio