24 Settembre 2020
News
percorso: Home > News > Dal Campo

SIEPELUNGA BELLARIA, BESTIA NERA DEL FOSSOLO, FERMA SUL PAREGGIO PER 1-1 LA CAPOLISTA

Un Siepelunga ancora incerottato (alla solita litania di assenze, oggi si è aggiunta quella di capitan Righi), ha imbavagliato (diventandone ufficialmente la 'bestia nera' con una vittoria e tre pareggi ed una eliminazione dalla coppa, nella stagione in corso) la capolista Fossolo.
Il Siepelunga ha neutralizzato il gioco degli uomini di Santaniello senza subirne la personalità.
La partita preparata da mister Biagi è stata un concentrato di tattica e motivazione: i suoi ragazzi l'hanno interpretata con dinamismo e dedizione, bei movimenti e pressione sui portatori di palla avversari. Poche le sbavature ed una sola parata impegnativa di Colli un portiere che alla sicurezza e personalità, unisce una presa d'acciaio.
Ancora una volta 'sugli scudi' le prestazioni di Molinari, a dirigere le operazioni, e di Zacchi a ricucire la retroguardia. Ma il gruppo ha risposto appieno alle aspettative del mister, favorito anche dal gioco arioso e tutt'altro che ostruzionistico degli avversari, una squadra ben organizzata in tutti i reparti. Per quanto oggi non abbia brillato, specie in avanti dove Cancelli, troppo nervoso quando non gli riescono le giocate, e Zucchini che sono stati ben controllati dalla retroguardia ospite, il Fossolo è compagine di categoria superiore, difficilmente superabile anche nelle giornate più opache.
La cronaca.
Primo tempo di studio che si accende solo nel finale con un paio di movimenti pericolosi di Canessi per gli ospiti e Cancelli per i padroni di casa, poi, al 44', con un bel tiro angolato di D'Ascanio che Colli devia in angolo con un balzo felino. In questa fase le due squadre si equivalgono ed il gioco, nonostante non porti a conclusioni è abbastanza piacevole. Annotazione negativa, l'infortunio subito al 30' da Randi che lo costringe a lasciare il posto a Clissa.
La seconda parte di gara riprende coi padroni di casa più determinati che vanno subito a segno. Al 50', infatti, ingenuità (forse l'unica dell'incontro) difensiva del Siepelunga e l'arbitro fischia una punizione dal limite: è la 'mattonella' di D'Ascanio, un invito a nozze per lui, che non fallisce. Il match, sinora molto corretto, comincia a farsi spigoloso. Alle ammonizioni di Cancelli e Fazzini del primo tempo, si aggiungono quelle di Guidotti, Casale e Gamberini. Al 75' la svolta, l'espulsione per doppia ammonizione di Casale del Fossolo. Ne approfitta la squadra di Biagi, sino a quel momento propositiva ma non pungente in avanti, che spinge sull'acceleratore ed ottiene un calcio di rigore per un evidente fallo di mano in area di rigore. Batte lo specialista Canessi con estrema freddezza e non fallisce, riportando le squadre ad una giusta parità. Girandola di cambi, gioco spezzettato. Qualche sussulto nel finale con la capolista che colpisce una traversa con Cancelli, nel corso di un'azione viziata dal fallo di mano, non rilevato, di un giocatore del Fossolo. Unico, forse, errore del giovane direttore di gara, per altro attento e preciso nelle valutazioni, ma che, in questa occasione, poteva costare molto caro agli ospiti.
Visite
totale visite
193557

sei il visitatore numero
70255

utenti online
0

Sponsor
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio